Passione civile

Category archive

Collaborazioni

in Collaborazioni/Evidenze/_Archivio
  • cropped-logo-header-sito.png

Il 25 e il 26 no­vem­bre 2016 a Bologna si ter­rà la pri­ma edi­zio­ne del pro­get­to na­zio­na­le Le Città del­la Fiducia pro­dot­to e pro­mos­so dal­la coo­pe­ra­zio­ne so­cia­le bo­lo­gne­se, da Coop Alleanza 3.0 e da First Social Life.

Come innovare il sociale e fare sviluppo

in Collaborazioni

[SCARICA IL DOCUMENTO IN PDF]

Proposta ai candidati-sindaco

per il re­cu­pe­ro dei be­ni pub­bli­ci in di­su­so

Venerdì 20 mag­gio 2016, ore 11

Sala del Consiglio Comunale – Piazza Dante, Grosseto

Interverranno i pro­mo­to­ri del Comitato per l’Innovazione e Investimento a Impatto Sociale :

Don Enzo Capitani, Paola Caporossi, Stefano D’Errico, Stefano Nunziatini, Mario Salvestroni.

Sono in­vi­ta­ti tut­ti i candidati-sindaco:

han­no con­fer­ma­to (in or­di­ne cro­no­lo­gi­co): L. Mascagni, A. Vivarelli Colonna, G. Gori, M. Ceciarini, S. Carotta, M. Felicioni.

Presenzieranno: Sindaco E. Bonifazi, Consigliere Regionale L. Marras.

Con l’avvio del­la cam­pa­gna elet­to­ra­le è ini­zia­to il di­bat­ti­to su co­sa fa­re de­gli edi­fi­ci pub­bli­ci di Grosseto av­via­ti al de­gra­do, co­me l’ospedale vec­chio o l’ex-Garibaldi. I candidati-sindaco ga­reg­gia­no tra lo­ro a idea­re il pro­get­to più am­bi­zio­so per il re­cu­pe­ro di quei be­ni, ma di so­li­to, sor­vo­la­no su un det­ta­glio: do­ve tro­va­re i sol­di per il pro­get­to. Alcuni vo­glio­no ce­der­ne una par­te a pri­va­ti per co­strui­re al­tre ca­se; al­tri par­la­no di fon­di eu­ro­pei, che so­no una sor­ta di pass-partout va­li­do per tut­te le sta­gio­ni, ma mai usa­to si­no­ra da que­gli stes­si che lo pro­pon­go­no. Se sta­vol­ta vo­les­si­mo es­se­re ot­ti­mi­sti e i fon­di eu­ro­pei ve­nis­se­ro tro­va­ti per il re­cu­pe­ro de­gli edi­fi­ci ab­ban­do­na­ti, do­ve tro­va­re, poi, le ri­sor­se per man­te­ner­li?

Noi una pro­po­sta ce l’abbiamo: l’abbiamo co­strui­ta sull’esempio di quan­to rea­liz­za­to in al­tri Paesi. Non ri­guar­da so­lo la ri­ge­ne­ra­zio­ne dei be­ni pub­bli­ci, ma an­che un mo­do nuo­vo di fa­re le po­li­ti­che so­cia­li. Non è più tem­po del­le elar­gi­zio­ni a fon­do per­du­to, i tem­pi ri­chie­do­no pro­get­ti so­ste­ni­bi­li, che, una vol­ta av­via­ti, ab­bia­no le gam­be per an­da­re avan­ti da so­li. Progetti che si oc­cu­pi­no di que­stio­ni so­cia­li (dal la­vo­ro al­la ca­sa, al­la di­sa­bi­li­tà, etc…) nell’ottica di oc­cu­par­si non di po­chi, ma dell’intera co­mu­ni­tà, re­cu­pe­ran­do in­te­ri quar­tie­ri, crean­do oc­ca­sio­ni di in­se­ri­men­to la­vo­ra­ti­vo e, quin­di, di crea­zio­ne di ric­chez­za eco­no­mi­ca, fa­vo­ren­do l’integrazione.

Dal so­cia­le al­lo svi­lup­po eco­no­mi­co, dal­la fi­nan­za so­cia­le al Comune so­ste­ni­bi­le: che ne pen­sa­no i can­di­da­ti sin­da­co?

Dopo l’esposizione del pro­get­to, a cia­scun can­di­da­to sa­rà chie­sto di espri­me­re una po­si­zio­ne e un im­pe­gno da­van­ti al­la cit­ta­di­nan­za.

Per in­fo: 0564 490702 – 338 8680144

torna su