Passione civile

Un filo rosso

in R:Post

Lampedusa 18 maggio 2016
Oggi First Social Life, cominciando i lavori negli spazi del Museo Storico e Archeologico delle Isole Pelagie, ha aperto il cantiere della fiducia. Grazie a Caterina Greco, Soprintendente per i Beni Archeologici della Provincia di Agrigento, a Carlo Vermiglio, Assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, insieme a Giusi Nicolini (Sindaco coraggiosissimo di Lampedusa e Linosa) le imprese e i loro collaboratori hanno potuto iniziare l’opera di costruzione degli allestimenti. Un filo rosso lega le storie popolari di questi progetti sociali complessi, imprese del territorio di Casal di Principe, Rino Di Bona ad esempio ne è un protagonista, con in testa gli architetti Costantino Diana, Raffaele Semonella e Giuseppe Diana, che hanno reso possibile “La luce vince l’ombra – gli Uffizi a Casal di Principe”, sono nell’isola, anche per questa nuova realtà. Un progetto di economia della conoscenza, per la prima volta in Europa, darà vita al più importante museo cooperativo del Mediterraneo grazie al sostegno di partner privati impegnati direttamente nella produzione. Prossima tappa, imballaggio delle opere e poi in viaggio verso Lampedusa da Firenze, Marsiglia, Venezia, Cinisello Balsamo, Reggio Emilia, Bologna, Palermo, Agrigento, Tunisi fino a qui, nel cuore della nostra responsabilità.

ultimissime da

23 maggio

Alle 17.55 del 23 maggio del 1992, centinaia di chili di tritolo

Marsiglia

Marsiglia, città d’arte e di cultura, città faro del Mediterraneo fondata verso
torna su